Diatermocoagulazione

La Diatermocoagulazione è un metodo terapeutico che consiste nel cauterizzare (bruciare) i tessuti utilizzando un elettrobisturi. Può essere utilizzata per il trattamento di lesioni presenti sulla cute come per esempio cheratosi seborroiche, fibromi penduli, verruche.

Infatti la diatermocoagulazione è impiegata per distruggere i tessuti patologici e proliferanti a causa di fenomeni infiammatori cronici o tumorali benigni.

Un particolare tipo di diatermocoagulazione è la TIMED chirurgia (Technique for the Implementation of Measured Electrosurgical Data) una metodica standardizzata che consente di ottenere l’eliminazione completa, senza esiti cicatriziali o acromici, dei capillari del volto, degli angiomi stellati, dei laghi venosi, delle neoformazioni, delle iperpigmentazioni cutanee.

Lascia un commento

Ricerca

+